Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo.  
Home > Il Parco > Il Territorio

Il Territorio

A settecento metri sul livello del mare, raggiungibile in pochi minuti dall'autostrada del Brennero, l'abitato di Spormaggiore è affacciato come un incredibile balconata sul suggestivo paesaggio offerto dalla Valle di Non.

Ormai da decenni il paese viene scelto, in ogni stagione (di qui in pochi minuti si raggiungono gli impianti di risalita dell'area sciistica della Paganella) , da ospiti italiani e stranieri che amano la vacanza di tipo familiare, a misura d'uomo, senza tuttavia dover rinunciare alle opportunità che la vicinanza con Trento capoluogo e gli altri importanti centri garantiscono.

Un'ospitalità schietta e cordiale, la cucina gustosa e genuina, i prodotti tipici dell'apicoltura e della frutticoltura, le strutture sportive per il tennis e per il calcio ed altri servizi, sono gli elementi base di un'offerta turistica sicura e valida per chi soggiorna negli alberghi, B&B o nei numerosi appartamenti da affittare.

Il territorio dell'abitato è per gran parte compreso nei confini del Parco Naturale Adamello-Brenta, regno degli ultimi autentici orsi bruni delle Alpi.

Castel Belfort, la Corte Franca e la Chiesetta di San Vigilio sono le più suggestive testimonianze di una vita organizzata sin dall'era medioevale. Ispirata al modello dell'economia agricola di mezzamontagna, la comunità di Spormaggiore dopo aver conosciuto i tempi della sofferenza e dell'emigrazione si dedica oggi, godendo di un tranquillo benessere, alla coltivazione dei frutteti; sono insediate anche alcune piccole e medie aziende artigiane.

A significato di continuità col passato
e di un certo orgoglio delle antiche origini del paese, è stato completato un pregevole lavoro di recupero della Corte Franca, secolare dimora feudale di famiglie blasonate del Tirolo, ora diventata sede del centro visitatori del Parco Adamello-Brenta.
La denominazione “Franca” derivava dal fatto che il palazzo godeva di franchigie principesche come, ad esempio, il diritto di asilo, in caso di omicidio o di altri misfatti, per coloro che vi si fossero rifugiati. Per questo nella cinta della residenza erano state aperte alcune porte : se qualcuno inseguito dalle forze dell'ordine , riusciva a varcarla e a mettere piede nel cortile, poteva considerarsi salvo, almeno fino a quando restava tra le “accoglienti “ mura.

Attenzioni e cure sono dedicate anche a Castel Belfort, il maniero del XIV secolo ricco di valori storici e di leggende, posto sulla strada per l'Altopiano della Paganella.

Importanti opere di restauro hanno interessato anche la chiesetta gotica di San Vigilio, ricca di affreschi e di dorati intagli lignei oggi divenuta monumento nazionale.


Dall'abitato di Spormaggiore, nel periodo estivo, è possibile accedere a MALGA SPORA, la quale offre la possibilità di vedere uno dei pochi alpeggi rimasti non raggiungibili da strade di accesso; sul posto ci sono circa 30 mucche da latte e a giorni alternati si può assistere alla produzione del formaggio e del burro con metodi tradizionali.
A MALGA SPORA è anche possibile pernottare e mangiare prenotando anticipatamente.
Maestose e importanti sono le montagne che la circondano (CIMA PIZ GALIN, CIMA SANTA MARIA, CIMA FIBBION, CROZZON DEL BRENTA) in quanto la malga è sita al centro del Gruppo del Brenta.
Tutte queste cime e tante altre sono raggiungibili in giornata per chi possiede un minimo di allenamento
Facciamo presente che MALGA SPORA si trova al centro di una zona molto importante del Gruppo Brenta, infatti da qui partono diversi itinerari che raggiungono i più rinomati rifugi ( PEDROTTI, GROSTE’, TUCKETT ).
Per le persone che arrivate a MALGA SPORA si sentono soddisfatte consigliamo oltre alla visita all’alpeggio, di osservare in silenzio le marmotte, vere padrone dei pascoli adiacenti( se ne contano anche 20/25 esemplari).


LINGUA
     
Società Parco Faunistico di Spormaggiore S.r.l.
Loc Albarè - 38010 Spormaggiore TN
P.IVA/CF 01900310226
Tel. Mobile : +39 340 6575780
Fisso : +39 0461 653622 (Casa Parco Orso)
email info@parcofaunistico.tn.it
PEC parcofaunistico@pec.it